UNI EN ISO 9001:2015

La ISO 9001:2015  è uno standard internazionale riconosciuto per la gestione della Qualità ed è rivolto a qualsiasi tipo di organizzazione che intende rispondere contemporaneamente:

  • all’aumento dell’ efficacia e dell’efficienza per il raggiungimento dei propri obiettivi;
  • competitività sul mercato attraverso il miglioramento della soddisfazione e fidelizzazione dei clienti. Ciò avviene attraverso un miglioramento continuo delle prestazioni aziendali permettendo all’azienda certificata di garantire ai propri clienti il mantenimento ed il miglioramento nel tempo della qualità dei propri beni e servizi.

Un altro aspetto fondamentale di questa normativa è la capacità di individuare, valutare e gestire i rischi. La qualità è il risultato di una corretta gestione dei rischi, non ci può essere qualità se non si è in grado di offrire al cliente, a lungo termine, un prodotto o un servizio conforme.

Da questo punto di vista la norma ISO 9001 rappresenta uno strumento strategico, in quanto mirato a :

  • valutazione del contesto e delle parti interessate
  • analisi di rischi e opportunità per la definizione di azioni mirate al raggiungimento degli obiettivi
  • controllo dei costi
  • aumento della produttività
  • riduzione degli sprechi

La SIMEV IMPIANTI SRL dimostra di essere conforme a questi standard per il sistema di gestione della qualità per la progettazione e installazione di impianti elettrici civili e industriali, impianti fotovoltaici, impianti di videosorveglianza e tanto altro. Una conferma che ha permesso alla nostra azienda di distinguersi per l’elevata qualità delle opere e dei servizi forniti, raggiunta attraverso un impegno strutturale condiviso ad ogni livello aziendale.

 

COLONNINE ELETTRICHE

La vendita di auto elettriche nel mondo sta vivendo una fase di accelerazione importante. Fino a pochi anni fa era ancora considerato un fenomeno di nicchia, ora invece quasi tutte le case automobilistiche stanno rilasciando nuovi modelli di veicoli elettrici con un’autonomia sempre maggiore.

Le auto elettriche rappresentano per molti il futuro della mobilità terrestre perché rappresentano la migliore e più concreta soluzione per ridurre le emissioni nocive per l’ambiente.

Sotto il profilo tecnico un’auto completamente elettrica funziona grazie alla propulsione originata da una batteria: l’energia chimica contenuta in quest’ultima viene convertita dal motore in energia meccanica in grado di muovere il veicolo.

Per l’installazione di colonnine di ricarica elettriche, la Simev Impianti srl si affida al marchio EnerMia.

Le colonnine di ricarica EnerMia permettono una ricarica  accelerata, e garantiscono almeno 150km per circa un ora di ricarica.

Online è possibile trovare informazioni sulla diffusione dei punti di ricarica pubblici presenti nel proprio comune o provincia di residenza, ma per chi ha un’abitazione individuale la ricarica dalle prese di corrente di casa rimane la soluzione ideale in termini di tempo perché consente di sfruttare periodi di inattività come le ore notturne senza doversi recare appositamente in un centro commerciale o un supermercato dove siano presenti colonnine di ricarica. Se si abita in un condominio si può anche usufruire della possibilità, di installare una colonnina per la ricarica del proprio veicolo lungo il perimetro del proprio parcheggio, collegandola direttamente al proprio contatore domestico: in questo modo la ricarica elettrica è fruibile comodamente dal parcheggio di casa propria.

Muoversi elettrico vuol dire muoversi verso il futuro!

 

I QUADRI ELETTRICI

Il quadro elettrico è la parte di un impianto elettrico, a valle di un circuito di distribuzione di energia elettrica, e si definisce il cuore pulsante di tutto l’impianto elettrico perché se non fosse realizzato in modo ineccepibile o non fosse a norma, tutto l’impianto rischierebbe di andare in tilt al primo problema.

Svolge diverse funzioni importanti:

  • Alimentazione dei circuiti: le prese e le luci hanno necessità di essere alimentate e il quadro elettrico serve proprio a questo. Fornire alle prese e alle luci il “carburante “di cui hanno bisogno per funzionare e fornirci l’energia per far funzionare gli elettrodomestici o gli impianti di illuminazione.
  • Interrompere l’alimentazione: nel caso di guasti elettrici come quando c’è un corto circuito o un eccesso di carico (sovraccarico di corrente) il quadro elettrico e più specificatamente il salvavita interrompe il flusso di corrente prevenendo folgorazioni a persone o danni a beni materiali.

Sia il contenitore che tutti gli elementi presenti all’interno del quadro elettrico devono essere “a regola d’arte” conformi cioè ad alcune norme:

  • La normativa generale riguardo agli impianti elettrici è il DM 37/2008, modificato dal Decreto 19/05/2010. 
  • Caratteristiche e specifiche tecniche dei quadri elettrici, invece, sono contenuti nella norma CEI 64-8.

Affinché un impianto possa considerarsi a norma l’installatore deve rilasciare dichiarazione di conformità ad ogni intervento. La mancanza di questo requisito, nel caso di impianto vecchio o non a norma, non ci consentirà di avere agibilità o attestazione di prestazione e energetica (APE).

 

L'IMPORTANZA DELLA MANUTENZIONE

La manutenzione degli impianti è intesa come singolo intervento di riparazione su una macchina e coinvolge tutti i processi lavorativi, integrandosi perfettamente per garantire la massima affidabilità in ogni fase della lavorazione. 

La manutenzione degli impianti elettrici, in particolare nei luoghi di lavoro, è un obbligo, in particolare per quanto riguarda la sicurezza delle persone, discende in maniera generica dal Codice Civile e da una serie di disposizioni legislative.

Esistono vari tipi di manutenzione:

  • Manutenzione a guasto: si tratta di una politica di riparazione che prevede l’intervento del manutentore solo a guasto avvenuto. È un modello obsoleto e sempre meno frequente, a favore di una manutenzione predittiva e preventiva.
  • Manutenzione migliorativa: è un intervento di revisione il cui scopo è aumentare le prestazioni di un processo lavorativo o di un macchinario che lo compone. Le macchine impiegate nell’industria sono, molto spesso, progettate a livello prototipale o in serie ridotte, rendendo necessario un continuo miglioramento.
  • Manutenzione preventiva programmata: si tratta di una politica il cui obiettivo è intervenire prima che il guasto si manifesti, con azioni di revisione e riparazione
  • Manutenzione predittiva: una nuova politica con la quale, grazie all’acquisizione continua di dati, è possibile predire quando un macchinario potrebbe guastarsi. In questo modo, gli interventi sono effettuati molto tempo prima che ciò avvenga, risultando in un abbassamento generale nei costi di riparazione.

Una corretta gestione della manutenzione  influenza positivamente l’azienda: l’abbassamento dei costi di manutenzione, il tempo risparmiato e la possibilità di evitare fermi impianto sono dei vantaggi considerevoli.